Gennaio 24, 2006

Le frittelle di uva fragola e il Monastero di Astino

frittelle.jpg

Ingredienti per 4 persone
1 tazzina di latte
130 gr. di farina
1 cucchiaio di lievito
2 uova
1 bicchiere di grappa
1 presa di sale
3 manciate di uva fragola
75 gr. di zucchero
cannella, olio di semi, zucchero a velo.

Sbattete i tuorli con lo zucchero. Aggiungete il latte, la grappa e il sale. Unite la farina con il lievito preventivamente setacciati. Montate a neve finissima gli albumi ed incorporateli all’impasto ottenendo un composto morbido cui aggiungere gli acini di uva fragola. Raccogliete a cucchiaiate e friggete in abbondante olio caldo. Prima di servire, spolverate con zucchero a velo mescolato con cannella.


L’uva americana - chiamata dai vivaisti Isabella e conosciuta anche come uva fragola - è la più diffusa vite ibrida “americana” presente, quasi sempre in pochi esemplari, in molti orti, cortili e giardini del nostro Paese.
E’ di color nero e produce grappoli di media grandezza con acini piuttosto grossi, rotondi e molto scuri; il sapore assomiglia a quello della fragola, così come il profumo, forte e duraturo. La varietà nera più diffusa è a maturazione tardiva (primi di ottobre e fine mese nelle zone meno calde).

Nel 1900, per iniziativa della cattedra ambulante di agricoltura, iniziò a funzionare nel Monastero di Astino la prima cantina sociale di Bergamo, aperta con lo scopo di vinificare razionalmente l’uva Isabella, chiamata volgarmente anche uva Meluna.

Il monastero di Astino, situato in una silenziosa valle poco fuori Bergamo, fu fondato all’inizio del XII secolo dai monaci di Vallombrosa per custodire una sacra reliquia che i primi crociati portarono da Gerusalemme. Il monastero venne fortemente ristrutturato nel 1515 per far posto a un complesso più grande e sontuoso e nel 1611 vennero costruite le cantine.

Per visitare la valle di Astino potrete unirvi al Gruppo Speleologico Bergamasco Le Nottole che organizza la visita alla miniera di Astino, situata poco lontano dal monastero.

Posted by Valentina Ambrosini at Gennaio 24, 2006 06:59 PM