Agosto 29, 2007

San Pantaleo (VINCI), 9 settembre 2007 - percorso enoteatrale

In occasione della riapertura straordinaria della millenaria Chiesa di San Pantaleone in San Pantaleo di Vinci, domenica 9 settembre 2007 si svolgerà il percorso enoteatrale LA VIA DI CATERINA.

L’iniziativa è inserita nel progetto di riscoperta e valorizzazione del paesaggio materno di Leonardo Da Vinci “Caterina e San Pantaleo”.

La via di Caterina è un cammino teatralizzato nel verde, tra realtà e immaginario, attraverso gli uliveti e le vigne, le viti maritate e i salici purpurei del Labirinto di Leonardo, le case rurali e i mulini, le tracce di passato su antiche strade vicinali e i contastorie, con tappe enogastronomiche a base di prodotti tipici – su tutti, vino e olio del Montalbano, gustosa vetrina di ciò che di meglio offre la produzione agricola del territorio - assaggiati direttamente in podere e sotto al secolare castagno di San Pantaleo.


San Pantaleo è passato alla storia per la presenza di una contadina di nome Caterina, madre di Leonardo Da Vinci, che visse per oltre un trentennio nella parrocchia, precisamente nella località Campo Zeppi, accasata ad Antonio l’Accattabrighe. La storia di questa donna, di cui si ignorano le origini, è uno dei misteri più grandi della vita di Leonardo. Le ultime ricerche scientifiche sulle impronte di Leonardo, promosse da Alessandro Vezzosi, direttore del Museo Ideale Leonardo Da Vinci, evidenziano dei caratteri tipici delle popolazioni orientali, che potrebbero essere stati ereditati dalla madre e che farebbero addirittura propendere per la tesi, molto suggestiva, che fosse una “schiava” condotta in Europa. Caterina, come hanno evidenziato illustri studiosi, viene citata negli scritti dal figlio almeno quattro volte: rimasta vedova, raggiungeva Lionardo a Milano, dove peraltro moriva e veniva sepolta.

I partecipanti alla camminata dolce dal borgo di Vinci alla Chiesa di San Pantaleo - percorso semplice, adatto a tutti, grandi e piccini – saranno accompagnati dagli attori della Compagnia teatrale Porte Girevoli alla scoperta della ricca campagna in cui visse Leonardo fanciullo: la partenza è fissata per le ore 16.00 in Piazza Leonardo a Vinci.

All’apice del percorso, dalle ore 17.00 presso la Chiesa di San Pantaleo, l’importante conferenza di presentazione del progetto di promozione culturale SAN PANTALEO E CATERINA, introdotto da Nicola Baronti e arricchito dalla presenza degli studiosi Alessandro Vezzosi, direttore del Museo Ideale Leonardo Da Vinci, e il professor Carlo Pedretti, uno dei massimi esperti di Leonardo Da Vinci a livello internazionale. Dedicato a Caterina e alla maternità anche il concerto che vi si terrà. Ritorno a Vinci in navetta.

Nel settembre del 1451 Lisabetta era a Vinci da pochi mesi; nessuno si avvicinava alla sua baracca, nessuno le regalava una parola…la strega, la chiamavano...

Lisabetta la strega e gli altri personaggi accompagneranno i bencamminatori attraverso i luoghi e l’immaginario leonardeschi sulla Via di Caterina, antica strada vicinale, riattivata per valorizzare la ricerca e la sorpresa che presagiscono il cambiamento dei punti di vista. Un bricolage intertestuale la trama di questo percorso, il cui collante è la narrazione itinerante teatralizzata.

Per contrastare un tempo implacabile che tenta di cancellare le tracce della memoria, occorre prestare attenzione al territorio: itinerari storici scomparsi e soggetti smarriti, vaghe e tipiche colture, antichi saperi e gusti buoni, manualità e racconti orali del Montalbano riappaiono a settembre, in un connubio di tradizione e innovazione che è frutto della partecipazione di un’intera comunità, impegnata nella promozione di un nuovo umanesimo dell’essere e dell’abitare.

Raro cade chi ben cammina
Leonardo Da Vinci

Info e prenotazioni percorso:
Associazione culturale TerraFelix – tel. 0571.56029 – info@terrafelix.org www.associazioneculturaleterrafelix.blogspot.com

Posted by Valentina Ambrosini at Agosto 29, 2007 10:04 PM